venerdì, dicembre 29, 2006

"GIA' DELL'APOCALISSE APPARISCONO I SEGNI"...

Palermo, Vucciria. Dicembre 2006, ore 22,30

Finalmente il freddo è giunto anche a Palermo. Senza pioggia, sotto un cielo per ora sgombro e stellato, si è presentato in tempo per la fine dell'anno. Si manifesta a ondate, alla sera, senza decidersi a stabilizzarsi. Non saprei dire se è un bene o un male. Ma ieri sera, davanti alla televisione accesa, ho sentito freddo per la prima volta nell'anno. La temperatura si era senz'altro abbassata, e a tratti il mio fiato si condensava. Tra un brivido e l'altro, una zanzara di enormi dimensioni mi svolazzava ronzando sulla faccia. Io battevo i denti... e la scacciavo.

Non so se ho colto uno dei primi segni dell'Apocalisse o l'alba di una nuova specie.
Ma la cosa mi ha messo ancora più freddo.

"Già dell'Apocalisse appariscono i segni... In giorno di Vigilia non si accettano pegni..."

"Boheme" - Giacomo Puccini - Illica e Giacosa

3 commenti:

Orainrete ha detto...

Scusa se mi intrometto, ma sei sicuro che a Palermo fa freddo?
E cosa si intende per freddo?
Forse alludi alla nebbia che al mattino ritrovi gelata su alberi e quant'altro (galaverna?), al termometro che alla notte passa ai numeri negativi e che di giorno non supera le dita di una mano?
Se si, allora a Palermo fa freddo, altrimenti consolati pensando ai poveri padani che in questi giorni assaggiano un anticipo di inverno (anche se il calendario segna 29/12 e dovrebbe essere freddo da un po') e sono tutti li col pelo arruffato (chi ce l'ha).

Perdido ha detto...

Ma io non mi lamento mica per il freddo. Ben venga, quando c'è, anche e soprattutto qui, dove fa caldo praticamente tutto l'anno. Semplicemente mi terrorizza vedere sorgere una stirpe di "Zanzare delle Nevi"... Sentirle ronzare sulla mia faccia e pungere anche durante le feste natalizie. Non voglio fare a gara su dove fa più freddo... Ma m'inquieta vedere i sintomi di un ecosistema ormai compromesso. I mutanti sono già tra noi. Che dire, se non "Buon Anno a chi può"?

Orainrete ha detto...

E' perchè non fa abbastanza freddo, qui a Bologna, si sono già ritirate da un po', non da tanto effettivamente, evidentemente la mutazione non ha ancora affinato la tecnica per sopravvivere.
Però hai ragione, quest'anno le ho viste in giro più del solito...
Se non ci si scrive prima... buon anno!